Volevo essere libero, ho scelto di fare impresa con i mercati finanziari

Fare impresa con i mercati finanziari

Un trader per ottenere profitti dai mercati finanziari deve avere davvero molte abilità, tra cui quella di fare impresa.

Deve gestire costi di vario tipo, come i corsi, i libri, tutto il materiale di studio in generale, l’ attrezzatura per operare, quindi pc e piattaforme di analisi. Tra le spese un trader deve inserire anche le operazioni che si chiudono in perdita. Si, questi ultimi sono costi di gestione di un trader equivalenti al latte scaduto per un barista.

Un trader può lavorare in proprio o può avere dei colleghi con cui condividere operazioni, metodologie, conoscenze e quant’ altro.

Un trader però non è proprio così tanto uguale ad un imprenditore.

I vantaggi  rispetto ad un imprenditore tradizionale infatti sotto tantissimi ed è per questo che ho deciso di fare impresa con i mercati finanziari.

Siamo onesti, noi traders:

  • non dipendiamo da clienti,
  • non temiamo le crisi economiche, anzi le sfruttiamo a nostro vantaggio,
  • non abbiamo spese eccessive,

E questi sono dei vantaggi enormi rispetto ad un normale imprenditore, ma ciò che distacca un trader da un imprenditore di almeno 10 anni luce è un’altra caratteristica.

È uno dei lavori che permette di spezzare con estrema facilità il legame ore di lavoro=guadagni.

Sia chiaro, non voglio certo denigrare gli imprenditori, anzi io prendo parecchio spunto dai migliori imprenditori in Italia,  per le mie attività, ma diciamoci la verità:

La maggior parte degli imprenditori nel tempo hanno fatto della loro impresa una prigione.

15 ore al giorno in azienda, senza pausa pranzo, senza un attimo di riposo a risolvere tutto il giorno per almeno sei giorni alla settimana problemi aziendali.

Si certo lo so che esistono dei corsi che vendono  informazioni per automatizzare la tua azienda, ma se ti guardi attorno, ti accorgerai che le aziende italiane sono per lo più formate da un proprietario e altri 3 parenti. Con una struttura del genere, non si può automatizzare un bel niente.

Per avviare qualsiasi tipo di attività, sono sicuramente necessarie parecchie ore e giorni di lavoro intenso, ma questo lavoro intenso non è può durare 40 anni. Sarebbe davvero troppo malsano. Sarebbe una vita dedicata al lavoro.

Ci possono stare uno o due anni di duro lavoro per avviare un nuovo business, ma poi gli orari di lavoro devono  per forza essere minori.

Ormai ho iniziato il filone del paragone tra trader e imprenditore di una normale azienda italiana e quindi direi che si può continuare l’ articolo facendo questo confronto.

Può essere automatizzata meglio un azienda o un trading system?

Un’azienda italiana per poter essere automatizzata deve poter rispondere a due caratteristiche principali:

  1. Quando l’  imprenditore è assente per più giorni, l’ azienda può andare avanti lo stesso? I collaboratori sono pronti a gestire l’ azienda per intero? Sanno risolvere i problemi che si presentano quotidianamente?.
  2. I margini dell’azienda sono abbastanza alti per poter assumere del personale che possa sostituire l’ imprenditore?

Il sostituto di un imprenditore non può certo essere pagato quattro soldi.

Si è vero sono solo due le caratteristiche, ma non è che sia così tanto facile rendersi inutili per la propria azienda, soprattutto se è l’ imprenditore, il primo venditore dell’ azienda o colui che mantiene i contatti con i clienti.

Per un trader invece è tutto completamente diverso. 

Per rendere automatico il proprio portafoglio operativo ci sono due possibili strade.

La prima è quella di essere in grado di creare degli expert advisor profittevoli. Ci vogliono quindi mesi (se non anni) di studio per individuare almeno a grandi linee una strategia profittevole. Il passo successivo è quello di  imparare a creare trading system ed ottimizzare le strategie in maniera tale che quando l’ expert advisor sarà pronto, potremo ottenere i migliori risultati dai mercati finanziari.

La seconda strada invece riguarda proprio il timing trading. Cioè una maniera di fare trading che ti permette di operare prevalentemente guardando l’ orologio. Guardi l’ ora, investi, guadagna.

Certo non è automatico come sistema, ma quanto tempo ci vuole? Cinque minuti al giorno? Se non è automatico, poco ci manca.

Mi piace possedere denaro nella misura in cui sono io a decidere cosa far della mia vita.

Se dovessi scegliere se guadagnare €3000 al mese lavorando 5 ore a settimana o guadagnare €10000 al mese lavorando 10 ore al giorno, sceglierei cento volte la prima opzione.

Per me, molti traders riescono a diventare dei veri imprenditori, mentre la maggior parte di coloro che si definiscono imprenditori, non sanno di non esserlo.

Scusa per il giro di parole. Mi spiego meglio. Nel momento in cui l’ imprenditore è obbligato a lavorare 12 ore al giorno 6 giorni su 7 (quando va bene) perché altrimenti l’ azienda chiude i battenti, io non riesco a definire questa persona come imprenditore, bensì come persona che è riuscita a crearsi un lavoro, ma che purtroppo ne è schiavo.

Al contrario, molti trader sono dei veri imprenditori perché stanno su libri, appunti e grafici notte e giorno, ma una volta che hanno trovato il metodo corretto, hanno quasi finito di fare le immense fatiche e la strada inizierà ad essere in discesa con orari di lavoro normalissimi, o addirittura ridotti (anche molto meno del part-time in alcuni casi).

Un trader spesso e volentieri è in grado di guadagnare un ottimo stipendio pur facendo pochissime ore di lavoro perché i suoi  guadagni non sono direttamente correlati con le ore di lavoro.

Non pensare che però tutti i trader professionisti si comportano da imprenditori, anzi, una fetta molto grande si comporta da comune lavoratore, nonostante il trading permetta a tutti gli effetti di ottenere ottimi profitti anche in pochissimi minuti al giorno.
A questo punto mi viene da pensare che forse è una questione di mentalità. Ci sono persone che si sentono in pace con se stesse se lavorano otto ore al giorno e nonostante potrebbero ottenere gli stessi risultati con sole 2-3 ore di lavoro, preferiscono stare altre 8 ore ad osservare i grafici per cercare continuamente chissà che cosa.

Ma fortunatamente ci sono anche traders che preferiscono ottenere ottimi risultati in pochissimo tempo per poter avere il resto della giornata completamente libera, dove potranno portare avanti altri business, coltivare nuovi hobby o semplicemente stare vicino ad i propri cari.

Io ho scelto la seconda strada, ma non perché sia una persona che disprezza lavorare, semplicemente preferisco concentrare le mie ore di lavoro in uno spazio ristretto per dedicare tutta la giornata a ciò che preferisco. Grazie al trading ho la possibilità di farlo e quindi perché non sfruttare questa occasione.

Grazie al timing trading è possibile ottenere davvero ottimi risultati in pochissimi minuti di lavoro.

Scopri come iniziare a far parte della community di Binaria Rapida cliccando qui!

The following two tabs change content below.

Alessandro Del Saggio

Trader Indipendente, Formatore e Ricercatore grafico. Fondatore di Foxforex, del Sistema Manhattan e della Community Opzioni Binarie Italia.

Rispondi