Come e perché i big traders ti mentono

Come e perché i big traders ti mentono

Perché i big traders ti ripetono fino allo sfinimento la stupidata che per vivere di trading ti servirà un conto di trading enorme?

Vivendo di trading, quando investo sui mercati finanziari cerco di annotare ogni aspetto dei mercati finanziari.

Nel mio pc ho 3 file che compilo ad ogni operazione che eseguo.

Nel primo file monitoro le mie strategie, commentando ogni cosa, come l’ entrata, di quanti pip mi va contro, il tempo di reazione e commenti sui diversi tipi di test che ogni volta faccio.

Grazie a questo file sono riuscito a creare diverse strategie con performance davvero alte.

Nel secondo file invece commento i diversi money management che vado a testare.

Nel terzo file controllo tutti gli aspetti psicologici e le emozioni che provo prima, durante e dopo l’ operazione.

Questi ultimi due file, mi hanno permesso di decifrare il mio codice per investire sui mercati finanziari il giusto denaro, ottenendo un ottimo “stipendio”.

Oltre a qualche consiglio utile ti farò capire quanto siano stupide le affermazioni dei “big traders”.

Facciamo prima un brainstorming e cerchiamo di capire meglio i motivi per cui i big del trading fanno certe affermazioni.

Perché i “big traders” dicono che per guadagnare sui mercati finanziari è obbligatorio investire tanti soldi?

L’ idea di base è che secondo loro è estremamente difficile  conoscere una strategia con una percentuale di successo che si aggira attorno al 70% .

Se si prendono in considerazione strategie con performance “basse” potrei in qualche modo dargli ragione, visto che se si considerano performance  inferiori al 63%, bisogna considerare che ci saranno momenti di drawdown in cui oltre ad essere molto più difficile uscirne, saranno anche più lunghi i periodi per recuperare le perdite.

Con una strategia che non ha performance alte, anche i momenti di calo di perfomance rischiano di avere effetti simili al drawdown, quindi in questo caso sarebbe intelligente rischiare poco ad ogni operazione, come ad esempio l’1% a trade, ma la cosa più intelligente in assoluto sarebbe quella di cercare di aumentare le performance della strategia aggiungendo o togliendo nuovi filtri operativi. Nel caso in cui non fosse possibile, cambiare strategia non è un reato.

Se si rischia l’ 1% a trade, è ovvio che serve un conto molto grosso per guadagnare lo stipendio ogni mese.

Quando un big trader ti dice che è obbligatorio avere un conto grosso per poter campare con il trading, sta ammettendo che le sue tecniche non hanno performance alte e che se si esponesse un po’ di più, i drawdown diventerebbero irrecuperabili.

Ti faccio un esempio: Se io ho una strategia che performa al 63%, nei momenti di drawdown avrà performance di circa il 40%. Se consideriamo ipoteticamente che questo momento di drawdown durerà un mese, impiegheremo circa due mesi per recuperare le perdite (calcolo approssimativo, giusto per far capire il concetto). Se invece la mia strategia ha una performance del 73%, nei momenti di Drawdown avrà una performance del 50% E non subendo quindi consistenti perdite, oltre a calcolare che le performance sono più alte mediamente, i tempi di recupero delle perdite saranno solo poco più di 20 giorni.

Quello che ti ho appena detto è uno dei possibili motivi, ma a dire il vero negli anni ho capito che molti traders consigliano di utilizzare un money management basso perché così riescono a vendere i corsi per un paio di anni senza provocare lamentele estremamente grosse ai corsisti che lo hanno seguito dagli inizi.

Rischiando pochissimo denaro, le perdite saranno piccole, ma lo stesso vale anche per i profitti e quindi?

Quando i profitti non arrivano, si cade nella trappola degli errori psicologici di qualunque genere ed è proprio qui che il formatore medio giustifica le perdite delle SUE STRATEGIE.

Bene, ora che ho scremato un po’ di persone convinte che si devono avere €100.000 per guadagnare con i mercati finanziari, posso finalmente confessartelo..

Oggi posso dire di potermi togliere due o tre sfizi in più dei miei coetanei, anche se non mi sto facendo risucchiare ogni minuto della giornata per avere gli straordinari che i miei amici desiderano con tutto il cuore.

Sei curioso di scoprire come ho fatto?

Allora seguimi nel resto dell’articolo, perché ho qualcosa da dirti che non passerebbe neanche per l’ anticamera del cervello di nessun trader.

Perché investire sui mercati finanziari partendo da un conto piccolo è molto più intelligente che utilizzare un conto grosso.

Diciamo che l’ unica cosa svantaggiosa di chi possiede conti relativamente piccoli è che non può pavoneggiarsi mostrando il proprio conto operativo, anche se a dire il vero si può ovviare mostrando quello in banca.

Ti ricordi ad inizio articolo quando ti ho parlato dei tre file sul trading che aggiorno ogni volta che eseguo un operazione?

Ecco,  grazie ai file su money management e sulla psicologia ho scoperto alcune cose interessanti che mi danno la certezza su quanto sia una falsità la storia del “servono tanti soldi se vuoi guadagnare dal trading”.

Ecco a te svelati i 4 motivi per cui avere un conto grosso è inutile e rischioso.

1) Conti segregati fino a 30.000 €

Esatto, uno dei motivi principali per cui è illogico mettere troppi soldi sui conti trading è che purtroppo questi conti sono segregati fino a €30.000 .

Questo vuol dire che se il broker con cui opero fallisce e io ho €50.000 su quel conto, potrò averne indietro al massimo €30.000

2) Limite massimo per ogni operazione.

Esiste anche un limite monetario oltre al quale non è possibile aprire operazioni.

Certo in realtà questo problema si può ovviare aprendo più operazioni alla volta, ma c’è il rischio che la prima operazione venga eseguita nel momento adeguato, mentre la seconda viene eseguita ad un prezzo peggiore e con certi importi vorrei avere la certezza che il prezzo di apertura sia quello che voglio io.

3) La maggior parte del conto non viene utilizzato.

Pensaci, se hai una strategia con performance basse, forse dovresti cercare di migliorarla, perché potresti perdere l’ intero conto anche rischiando una percentuale bassissima ad operazione. (ci metti più tempo a bruciare il conto, ma il risultato finale è lo stesso).

Se invece hai una strategia performante, che ha pochi drawdown e molto lievi, è il caso di mettere sul conto meno soldi e spingerlo di più. Non dico troppo, ma il 3% ad operazione mi sembra ragionevole.

Sarebbero 33 operazioni in perdita consecutivamente.

Ti dirò di più, Con una strategia che funziona seriamente, anche investendo il 3% ad operazione non vai ad intaccare più del 20% del conto nei momenti più burrascosi.

4) Perdite dovute a conto troppo grande.

Lo sai, non parlo mai a caso ed ho provato sulla mia pelle cosa vuol dire avere soldi su un conto trading che non sei abituato a gestire.

Era già un bel po’ di tempo che operavo sui mercati finanziari e le percentuali di successo erano stabili, come anche i guadagni che riuscivo ad ottenere.

Ho deciso quindi di versare altri soldi sul conto e…

Disastro.

Ogni mia decisone non proveniva più dalla strategia, ma dalle oscillazioni che il mio conto subiva.

Non ti descrivo tutti gli errori che ho fatto in quel periodo perché sono stati davvero parecchi e servirebbe un altro articolo per elencarli.

Ti basta sapere che tutti i soldi che avevo aggiunto li ho persi.

Se hai un lavoro che ti da uno stipendio da €2000,00 al mese e investi per ogni operazione €400,00. Mi spieghi come fai ad essere tranquillo? Non sei ancora abituato a certe cifre e  queste ti causeranno uno stress allucinante che ti farà prendere decisioni sbagliate dovute a sentimenti contrastanti tra loro. Arriva per step e abituati all’ importo prima di alzare ulteriormente l’ asticella. A certe cifre ti ci devi prima abituare anche se il tuo conto di trading è di €100.000.

Sono del parere che un trader, una volta che si posiziona davanti ai grafici per operare, deve smettere di provare emozioni.

Gli ultimi 3 consigli che mi sento in dovere di darti.

Lo so, mi sto dilungando un po’ troppo e a questo punto della lettura potresti essere stufo di leggermi, ma se sei arrivato fino a qua, non lasciarti sfuggire le ultime righe.

Prometto che sarò molto veloce e coinciso.

Ecco a te i 3 consigli:

  • Investi solo il denaro che non ti provoca emozioni. Nessuna gioia se l’ operazione va bene e nessun rimpianto se va male. Se l’ operatività non è noiosa, vuol dire che non è fatta in maniera professionale.
  • Ogni tanto preleva e premiati perché il trading non sono solo numeri dietro ad un schermo. Il trading è una professione reale, che ti può portare davvero enormi benefici, anche se non hai da parte €50.000 da investire.
  • Prendi un foglio Excel e inizia a monitorare ogni cosa che riguarda te e i mercati finanziari. Scoprirai come ti trovi meglio ad operare, la tua propensione al rischio, i soldi che non ti provocano emozioni  e tante altre cose.

Spero che con questo articolo tu abbia capito la marea di cavolate che ti hanno sempre venduto quasi tutti i traders e formatori.

Ti hanno venduto la palla che devi avere un conto enorme perché con le loro tecniche altrimenti guadagneresti 5€ al mese.

Io mi distacco da questo, perché qualunque mio corsista che ha seguito il metodo di binaria rapida non ha mai guadagnato cifre ridicole, che farebbero passare la voglia di fare trading a chiunque.

Le mie tecniche funzionano qualunque sia il conto di partenza semplicemente perché ha:

  • Performance di successo altissime in confronto alla media delle altre tecniche in circolazione (76% di successo)
  • Drawdown minimi e soprattutto molto rari.

Con una metodologia che ha questi vantaggi, non posso far altro che staccarmi dalla massa di formatori che ti vendono sempre le stesse tecniche e le giustificano con un money management basso.

Io invece ti dico:

Impara una tecnica altamente performante ((Guarda i miei risultati, clicca qui))

Inizia con pochi soldi.

Man mano che instauri un certo feeling con il mercato puoi aumentare leggermente il capitale.

Ora però basta con la teoria. Mettiti subito all’ opera con Binaria Rapida

Guarda l’ ora. Investi. Guadagna.

Hai visto il report mio e dei miei corsisti e vuoi conoscere come ricevere subito la tua prima strategia del percorso Binaria Rapida, basata sul Timing Trading, ed entrare nella Community Telegram di Binaria Rapida? Clicca Qui e inviami un messaggio privato! Ti aspetto!

The following two tabs change content below.

Alessandro Del Saggio

Trader Indipendente, Formatore e Ricercatore grafico. Fondatore di Foxforex, del Sistema Manhattan e della Community Opzioni Binarie Italia.

Rispondi