Una volta a settimana è meglio di 20 operazioni al giorno

Una volta a settimana è meglio di 20 operazioni al giorno

Ogni volta che vado a convegni dove si parla di trading, i miei occhi vedono sempre le  stesse persone, tutte ben distinguibili.

Le categorie di persone che si possono incontrare sono 4, ognuna con un obiettivo  ben preciso.

Andiamo ad elencarle:

  • Il neofita che cerca disperatamente di ottenere informazioni dai “grandi” e spillare i trucchi del mestiere senza spendere un sacco di soldi in corsi. (eta’ dai 16 ai 20)
  • La persona che va in questi convegni per pavoneggiarsi  e a fine convegno esordisce dicendo che  gli insegnamenti della giornata erano troppo basilari. (eta’ dai 45 ai 65)
  • La persona che cerca di vendere ai convegni di altri i suoi corsi/expert advisor/gruppo di segnali  e chi piu’ ne ha, piu’ ne metta. (eta’ dai 18 ai 30)
  • La persona che  va  ai convegni perchè realmente interessataìo all’ argomento del giorno. (eta’ indefinita)
  • Ovviamente non siamo qui per fare gossip, ma per imparare, quindi posto che la terza categoria di persone non la sopporto, oggi parleremo delle prime due categorie.

Quando vedo le prime due tipologie di persone che confabulano tra di loro, so già che uno dei due ci rimetterà le penne, e come potrai immaginare, sto parlando del neofita.

Nei momenti di pausa dei convegni, non mi piace pensare al trading e quindi cerco sempre di distrarmi e se individuo le persone giuste, di farmi anche una bella risata.

Una volta individuato il trader pavoneggiante e il neofita, mi avvicino per ascoltare le loro conversazioni.

Le risate iniziano quando sento il trader dall’ esperienza millenaria dire:

“Se vuoi vivere di trading devi passare 15 ore al giorno ad operare”.

In realtà ci sarebbe solo da piangere, ma sono uno che prende la vita con filosofia.

E’ il consiglio che la quasi totalità dei trader diffonde ai neofiti di questo mondo, forse perché e’ il loro modo di operare o forse perché vogliono far vedere ai neofiti che loro campano di trading e quindi sono dei geni di finanza.

Il trading e’ sempre stato visto agli occhi dei non addetti ai lavori,  come qualcosa di estremamente complicato, dove se non fai i conti in 0.2 secondi, perdi gli spiragli  di guadagno che il mercato offre.

A causa di queste frasette di circostanza, i neofiti si mettono ad operare da mattino a sera, facendo in un giorno i trade che io faccio in una settimana.

Se mentre stai parlando con un trader, lui ti consiglia di operare molto e ogni giorno perche’ cosi’ facendo i guadagni arrivano piu’ in fretta, inizia a scappare.

Stai parlando con uno psicopatico. Oltre a farti perdere il conto in una settimana,  ti sta dando un input completamente sbagliato sul corretto approccio al mercato.

Questa voglia di battere a tutti i costi il mercato, eseguendo un sacco di operazioni,  rende ricchi solo  i broker( e se noti loro ti danno un sacco di incentivi per fare mille operazioni al giorno). Non pensare di essere il nuovo Jordan belfort, ma pensa che potresti perdere tutto e finire la tua esperienza ancora prima che inizino ad arrivare i guadagni sostanziosi (e stai tranquillo che con il tempo arrivano).

Tutti i traders  tendono a concentrarsi sui profitti che potrebbero ottenere se facessero piu’ operazioni possibili ogni giorno, quindi carta, penna e calcolatrice diventano le loro armi per diventare ricchi in 27 giorni.

Con i numeri 10 e lode, ma il conto?

Basterebbe capire che il mercato non offre infinite opportunità di trades, per capire che la maggior parte delle operazioni andrà in perdita.

Non tenendo in considerazione il rischio che comporta operare tutti i giorni facendo 20 trade al giorno, il conto inevitabilmente crolla nel giro di pochi giorni.

Se eseguire pochi trades comporta ad avere rendite mensili maggiori, perchè molti trader incappano nell’ errore dell’ overtrading?

Sono una persona che ama leggere e ho letto un sacco di libri di ogni genere, dal trading al romanzo al thriller ecc.. e ti confesso che la risposta più sincera a questa domanda, l’ho trovata sui libri di psicologia.

L’ overtrading è generalmente causato da 3 possibili comportamenti che l’ uomo assume in maniera del tutto naturale.

Fare overtrading all’ inizio della propria carriera e’ del tutto normale, e perdere denaro a causa dei troppi trades eseguiti può essere un ottimo campanello d’ allarme, ma sinceramente preferirei che ti tenessi i soldi in  tasca e ti destreggiassi nei mercati finanziari solo nei momenti in cui avrai la possibilità di raccogliere pepite d’oro.

Andiamo a conoscere i tre classici approcci psicologici del trader neofita:

1) Lo posso fare anche io e voglio dimostrarlo

Il principale motivo per cui le persone entrano in contatto con il trading e’ perché sono stati adescati da una pubblicità creata ad Hoc dai broker per spennarti ogni centesimo dei tuoi risparmi.

Capisci che stai per passare un brutto periodo quando nella tua testa rimbombano frasi come:

“Se tutti guadagnano cifre da capogiro, allora questo business fa anche per me. Non sono mica uno che non capisce le cose”.

Questo e’ il primo campanello d’ allarme. Da qui iniziano i guai seri.

Il secondo campanello d’ allarme ( e anche quello che mette ko ogni neofita pieno di sé )  arriva quando la persona decide di improvvisarsi trader, cercando di ottenere i medesimi risultati che ottengono i trader con anni di esperienza.

Come ogni neofita, i  primi depositi sono molto bassi, e  il mix perfetto tra la sottocapitalizzazione e la voglia di sbancare il lunario nuociono gravemente alla salute del proprio conto.

La voglia di dimostrare di valere molto di più delle aspettative medie nel 21° secolo è del tutto normale. Si vuole oltrepassare la disoccupazione creandosi un lavoro, si vuole entrare in uno dei pochi settori che non sono ancora saturi, si vuole dimostrare alle persone che non serve piangersi addosso, ma un po’ di studio e un corretto approccio della vita possono essere abbastanza per salvarsi dalla catastrofe del non avere i soldi per mangiare due volte al giorno.

Questi ragionamenti sono assolutamente nobili, ma eseguire troppe operazioni e’ il miglior modo per perdere ogni possibilità di successo. Eseguire pochi trades e ben mirati e’ invece il corretto modo di operare e guadagnare buone cifre.

Dimostra a te stesso attraverso il tuo conto che giorno dopo giorno migliori, non pensare agli altri, non è ancora il tempo per farlo.

2)  Questa strategia non e’ abbastanza performante, se interpreto io il mercato, posso eseguire sicuramente più operazioni

Ho osservato i migliori trader durante il mio percorso e ho notato che i più profittevoli accendono il computer, sistemano un attimo i grafici e nel giro di mezz’ora aprono un’operazione,  vanno in profitto, spengono il computer e smettono di operare per tutto il giorno.

I migliori trader eseguono pochissime operazioni a settimana, perché sanno che le occasioni migliori si possono concentrare anche in pochissimi minuti della settimana, basta saper individuare quel lasso di tempo e andare in profitto ogni settimana.

Soprattutto all’ inizio, i trader aprono operazioni anche se non ci sono le condizioni di mercato adeguate per operare con serenità e andare in profitto. Le situazioni peggiori sono quando i primi trades fuori strategia vanno in profitto, perchè continuando a persistere  con visioni di mercato strane o strategie inventate al momento, per forza di cose nel medio periodo porterà il conto a zero.

Queste invenzioni solitamente succedono quando i traders, non operando per più di due ore,  si sentono come se non stessero facendo nulla e quindi cercano in qualche modo di ingannare il tempo  aprendo operazioni senza i giusti segnali.

Le migliori tecniche vengono studiate da professionisti per mesi e mesi. Ogni valuta vuole un trattamento diverso  e ci sono spesso dietro anni di back test. Se seguita con diligenza, le strategie sono mediamente profittevoli il 70/75 % delle volte, quindi anche con le migliori condizioni di mercato, 3 volte su 10 perderai.

Capisci che improvvisare tecniche o visioni di mercato, non può portare profitti? Capisci che metti a rischio i tuoi sudati risparmi?

3) Sto perdendo le operazioni, ma so che il mercato deve andare in quella direzione

BUM!

Qui si tocca l’ apice.

Questo è in assoluto il metodo che ti permette di passare da un conto di mille euro a zero in una giornata.

Esistono delle persone che non accettano perdite. Molte volte capita che il mercato prende una direzione e il trader opera all’ inverso.

Il trader apre la prima operazione perdendola, la seconda la apre di nuovo, stessa direzione e con un investimento maggiore (solitamente il doppio), convinto che la sua analisi non possa sbagliare. Persa anche questa.

Vengono eseguite tantissime operazioni, tutte sbagliate e con un Money management completamente sbagliato. Una volta un mio amico mi ha confessato che ha eseguito 14 operazioni in due ore. Tutte sulla stessa valuta e tutte nella stessa direzione. Alla 14° si e’ fermato, non perché avesse capito, ma perché non aveva più soldi sul conto.

Questo tipo di operatività mi ricorda molto le vicende che ogni tanto raccontano amici e parenti sul gioco d’ azzardo.  Quante volte le persone hanno perso la casa perché si erano intestardite su un numero o una combinazione? Quante volte le persone si intestardiscono sulla direzionalità del mercato? che puo’ essere manovrato da notizie economiche, fondi, grandi investitori, banche ecc?

Come evitare di bruciare una serie infinita di conti, risparmiare tempo e ottenere profitti ogni mese.

La fase dell’ overtrading, purtroppo e’ una fase che incontrano  la maggior parte dei traders e oltrepassare questo ostacolo prima era praticamente impossibile.

L’ overtrading non e’ questione di strategia, ma proviene quasi tutto dalla testa e se operi tutto il giorno e tutti i giorni, purtroppo non ci sono  soluzioni in grado di salvare il tuo capitale.

Prima che nascesse Binaria Rapida, ogni trader passava  per la fase dell’ overtrading e una volta superata questa fase, il trader ne esce solitamente in due modi. Uno l’ opposto dell’ altro:

  • il trader ne esce sconfitto, completamente spennato e convinto che il trading sia solo una macchina mangia soldi. Il trading e’ una grande porta che si chiude, perdendo ogni possibilità di guadagno a causa di suoi errori che non vuole ammettere.
  • Il trader ne esce sconfitto, completamente spennato, ma cosciente che gli errori di money management lo hanno portato ad avere un rapporto piu’ serio con il denaro. Una volta uscito dalla fase dell’ overtrading questo tipo di trader, ricomincerà ad operare in maniera diligente, prima con conti demo e poi con qualche centinaio di euro. La brutta esperienza e’ stata necessaria perchè quando un giorno avrà un conto sostanzioso,  saprà come non perdere denaro.

Oggi grazie a binaria rapida, i clienti non rischiano di venire spennati in alcun modo dal mercato.

E sai perché?

Perché grazie a Binaria rapida avrai un metodo che ti farà guardare i grafici una sola ora di un solo giorno della settimana. Questo e’ un enorme beneficio, perché non ti verrà voglia di aprire i grafici il resto dei giorni della settimana, sapendo che non ci saranno i  segnali.

Non avrai la possibilità di interpretare il mercato durante quell’ ora, perché le statistiche dicono che il mercato si muove nella direzione in cui noi apriamo le posizioni.

Potrai eseguire più di una operazione in quel determinato frangente, aumentando notevolmente il tuo capitale ogni mese.

Le operazioni si aprono ogni settimana.

Guarda tutti i risultati e scopri ora Binaria Rapida!

The following two tabs change content below.

Alessandro Del Saggio

Trader Indipendente, Formatore e Ricercatore grafico. Fondatore di Foxforex, del Sistema Manhattan e della Community Opzioni Binarie Italia.
2 Comments

Rispondi